La nostra storia

Aviva Gabriella Steiner asce nel 1930 a Budapest, ma viene registrata come Fazekas Gabriella. I suoi genitori erano allievi di Bicsérdy Béla (un rivoluzionario naturopata ungherese), erano entrambi atleti nazionali di prima classe: la madre campionessa di nuoto e il padre di ginnastica acrobatica.

Aviva inizia l'apprendimento della ginnastica e della danza classica durante l'infanzia, facile immaginare quanto credesse e amasse lo sport e il movimento fisico.

Consegue la laurea come Insegnante di Ginnastica all'Università di educazione fisica: il movimento e lo sport continuano a essere i suoi punti fermi, anche da adulta. Aviva è inoltre allieva di Gertrud Kraus, insegnante di fama mondiale di ballo classico ed insegnante all'Opera di Israele; riceve molti incarichi come ballerina in un teatro dell’Opera a Telaviv. Più tardi decide di lasciarsi alle spalle la carriera di ballerina e attrice per preparare il suo futuro di ginnasta e insegnante.

La sua vita cambia direzione: lavora a Gerusalemme come professoressa di educazione fisica, insegnando ginnastica, tra le altre, ad un gruppo di donne. Visto che le sue allieve avevano un' età dai 40 anni in su, ha diversificato gli esercizi per non annoiarle ed ha elaborato una nuova pratica nella fase di riscaldamento, poco stancante. Già dalla prima volta, questi esercizi hanno avuto un effetto sorprendente. Infatti pochi giorni dopo il corso, alla più giovane (all'età di 40-46) è arrivato improvvisamente il ciclo. Dopo questo fatto, Aviva ha consapevolmente monitorato l'effetto della sua ginnastica, ha scoperto che quando è stata ripetuta regolarmente, ha persino portato il ciclo ad alcune donne in menopausa.

Non risparmiò energie ed avviò decenni di ricerca tra una varietà di metodi, esercizi e movimenti per vedere se tra questi ci fossero quelli che rendono possibile il controllo e la gestione del ciclo mensile.

In più di 28 anni di studio ha continuato a migliorare le sue pratiche, monitorando gli effetti dei singoli esercizi. Ha scoperto che con questi movimenti che stimolavano la circolazione nel basso ventre, le donne potevano aiutare se stesse a risolvere quasi tutti i loro problemi: favorire l'ovulazione, risolvere i problemi di incontinenza (Metodo Semplice), combattere il mioma, la ciste, etc.

Fonte di grande orgoglio è sempre stata per Aviva soprattutto la consapevolezza che anche grazie al suo Metodo sono molti i bambini belli ed intelligenti nati da donne che hanno appreso la sua ginnastica, il suo Metodo e che prima erano considerate sterili da diversi anni.

 

Ecco l'altra colonna portante riguardo la crescita, lo sviluppo e la diffusione del Metodo, Lívia Tóth, perché se lei non avesse portato il Metodo in Ungheria, molto probabilmente non saremmo qui a parlare di AVIVA nemmeno noi. “Il Metodo Aviva è il Metodo di Aviva Gabriella Steiner, ormai famoso a livello mondiale ed è disponibile in Ungheria e ora in Italia. Aviva Gabriella Steiner ha sviluppato questo metodo naturale affinché le donne possano regolare la fertilità ora e nel futuro. Questa è una cosa nuova per loro, ma che in realtà nuova non è, perché i popoli naturali la praticano fin dai tempi antichi e controllano delle nascite con il ballo della fertilità e alimentazione. Perché proprio io ho intrapreso il Metodo Aviva e la sua diffusione in Ungheria?

Forse perché il mio destino è uno di quelle donne che hanno attraversato una serie di problemi. Ho aspettato per anni di avere figli ed ho dato alla luce tre figli, ho avuto un aborto spontaneo, un altro aborto e un raschiamento.

Più tardi avrebbero voluto “togliermi tutto” (utero, ovaie), dopo 8 anni di ciclo irregolare, è diventato una perdita continua. Ha sanguinato per quattro anni, passando dei mesi terribili. Non potevo andare in malattia perché non avevo accettato le cure offerte dal ginecologo quando mi è stato suggerita la rimozione dell'utero. Pesavo 38 chili!"

Quel periodo tremendo Lívia l'ha superato con i metodi naturali (vegetarianismo e Mazdaznan - una speciale igiene femminile), tanto che sei anni dopo, all'età di 50 anni, aveva già partecipato a 3 maratone senza usare nulla per l'incontinenza anzi, assolutamente senza incontinenza.

Lívia nel 2011 ha la 70a candela. Fino all'anno 2014 tantissime donne hanno chiesto il suo consiglio e molte hanno viaggiato per frequentare un suo corso. Ha seguito ogni caso, lo ha annotato nel suo blocco note per osservare, raffinare le sue osservazioni e correlazioni nel tempo. Ha accumulato una vasta esperienza mentre insegnava a centinaia di donne il Metodo Aviva o la convenienza di assumente cibo di base alcalina o l'importanza delle combinazioni alimentari. Attraverso questi insegnamenti, innumerevoli famiglie le sono riconoscenti per averle aiutate ad avere figli, un sacco di donne per averle liberate da miomi, da cisti e altri problemi femminili.