Lesioni Ginecologiche Benigne

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MIOMI 

Il mioma (o fibroma) uterino è un tumore benigno che colpisce le pareti dell'utero. Quando alcune cellule delle pareti uterina si riproducono in maniera anomala, danno origine a piccole masse muscolari che possono diventare sempre più grandi. Non sono al momento chiare le cause scatenanti un fibroma uterino, ma cis sono diverse ipotesi e tra queste troviamo: fattori genetici, alterazioni cromosomiche, fattori razziali, fattori ormonali, disturbi cardiocircolatori, trattamenti ormonali in menopausa, abuso di alcool, obesità.

 

Nella maggior parte dei casi la presenza ei miomi è asintomatica e ciò ne rende anche più difficile scoprine l'esistenza. Tuttavia possono verificarsi situazioni che sono in ogni caso assai comuni tra le donne come:

 

  • ciclo mestruale molto abbondante e doloroso
  • durata del ciclo mestruale superiore a sette giorni
  • gonfiore addominale o pelvico
  • costipazione, mal di pancia
  • mal di schiena, specie nella zona lombare
  • stimolo frequente a urinare
  • minzione difficoltosa o dolorosa
  • Infertilità

 

Esistono diverse opzioni per il trattamento dei fibromi uterini che includono sia la chirurgia che l'assunzione di farmaci. E poi c'è il Metodo AVIVA, sistema del tutto naturale e non invasivo che ti da una buona possibilità aiutarti a risolvere il problema.

 

 

 

ENDOMETRIOSI

L'endometriosi è la presenza di endometrio e stroma di endometrio al di fuori della cavità uterina in altre zone del corpo femminile, normalmente nella pelvi. Questa malattia può colpire le donne dalla prima mestruazione ed eccezionalmente anche prima del primo ciclo mestruale nell’infanzia, normalmente dal tempo del suo primo periodo alla menopausa, anche se dopo i 40 anni la crescita del tessuto endometriale presente fuori dalla cavità uterina sembra più lenta. Al momento, si stima che il numero di donne con endometriosi è vicino al 10% di quelle in età riproduttiva. Ma, è importante notare che queste sono solamente stime, e che tali statistiche possono variare in maniera estesa. I principali sintomi dell’endometriosi sono caratterizzati da dolori molto intensi durante il periodo mestruale e premestruale (dismenorrea) e nel periodo dell’ovulazione, insieme a dolori pelvici cronici, dolore nei rapporti sessuali, stanchezza fisica cronica. In una bassa percentuale dei casi l’endometriosi può essere asintomatica. Senza dubbio la terapia oggi riconosciuta come più immediata e efficace è l’asportazione tramite intervento chirurgico dell’endometrio in laparoscopia, senza intaccare l’apparato genitale riproduttivo della paziente. Suddetto intervento è certamente l’intervento meno invasivo che più si avvicina ad una precisa rimozione di tutti i focolai presenti che può essere ripetuto più volte nel tempo. A causa dei forti dolori, una soluzione comunemente utilizzata è la terapia tramite progestinici che però hanno diversi effetti collaterali, se assunti per lungo tempo. Essi hanno un rapido effetto sulla riduzione dei dolori ma non migliorano lo stato della malattia, lo dimostra il fatto che, una volta interrotta l’assunzione, i sintomi tornano tali e quali. Accanto alla soluzione chirurgica e a quella farmacologica da oggi sai che puoi contare anche su un rimedio naturale davvero efficace: il Metodo AVIVA.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PCOS - CISTI OVARICA

La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) è un disturbo del sistema endocrino, comune tra le donne in età riproduttiva. Le donne con PCOS possono avere un ingrossamento delle ovaie che contengono piccoli accumuli di cisti liquide - i follicoli -situati in ciascuna ovaia, come si può osservare nel corso di un esame ecografico. Periodi mestruali infrequenti o prolungati, riduzione di crescita dei capelli, acne, e obesità sono le condizioni che possono verificarsi nelle donne con sindrome dell'ovaio policistico. Nelle adolescenti, le mestruazioni infrequenti o assenti possono far sorgere il sospetto di PCOS. La causa esatta della sindrome dell'ovaio policistico è sconosciuta. La diagnosi precoce e il trattamento con la perdita di peso può ridurre il rischio di complicanze a lungo termine, come il diabete di tipo 2 e malattie cardiache. I sintomi o i segnali della sindrome dell'ovaio policistico spesso iniziano subito dopo il primo flusso mestruale (menarca). In alcuni casi, la PCOS si sviluppa successivamente durante gli anni riproduttivi, per esempio, in risposta ad un sostanziale aumento di peso. La PCOS può manifestarsi con diversi segnali. Tutti possono peggiorare con l'obesità, tuttavia ogni donna con la PCOS può reagire in modo diverso. Per essere diagnosticata il medico cerca almeno due dei seguenti elementi: Mestruazioni irregolari. Questa è la caratteristica più comune. Gli esempi includono intervalli mestruali più lunghi di 35 giorni; meno di otto cicli mestruali all'anno; mancata mestruazioni per quattro mesi o più; e cicli che possono essere scarsi o prolungati. Eccesso di androgeni. Livelli elevati di ormoni maschili (androgeni) possono causare segni fisici, come i capelli in eccesso sul viso e sul corpo (irsutismo), acne adulta o grave acne adolescenziale, e calvizie maschile (alopecia androgenetica). Ovaie policistiche. Si ingrossano e contengono numerose piccole sacche piene di liquido che circondano le uova. I medici non sanno che cosa causi la sindrome dell'ovaio policistico, ma questi fattori possono giocare un ruolo: · L'eccesso di insulina. L'insulina è l'ormone prodotto nel pancreas che permette alle cellule di utilizzare lo zucchero (glucosio) - fonte di energia primaria del vostro corpo. In presenza di insulino-resistenza, la possibilità di utilizzare l'insulina in modo efficace è compromessa, e il pancreas deve secernere più insulina per dare il glucosio alle cellule. L'insulina in eccesso potrebbe anche influenzare le ovaie aumentando la produzione di androgeni, che possono interferire con la capacità delle ovaie di ovulare. · Basso grado di infiammazione. Globuli bianchi del vostro corpo producono sostanze per combattere le infezioni con una risposta chiamata infiammazione. La ricerca ha dimostrato che le donne con la PCOS hanno basso grado di infiammazione e che questo tipo di basso grado di infiammazione stimola le ovaie policistiche provocando la produzione di androgeni. · Ereditarietà. Se la madre o la sorella sono affette da PCOS, si potrebbe avere una maggiore probabilità di ammalare. I ricercatori stanno anche esaminando la possibilità che alcuni geni siano legati alla PCOS. Il trattamento della sindrome dell'ovaio policistico in genere si concentra sulla gestione delle principali preoccupazioni individuali, come l'infertilità, irsutismo, acne o l'obesità. Cambia stile di vita. Come primo passo, il medico può raccomandare la perdita di peso attraverso una dieta ipocalorica combinata con attività di esercizio fisico moderato. Anche una modesta riduzione nel vostro peso - per esempio, perdere il 5% del peso corporeo - potrebbe migliorare la vostra condizione.